Live Support My forum, my way! Il forum dei newsgroup: Classica » OT - Baricco autorottamato
My forum, my way! Il forum dei newsgroup
Fast Uncompromising Discussions.Newsgroup FUDforum will get your users talking.

Loading
Utenti      F.A.Q.    Registrati    Login    Home
Home » Musica » Classica » OT - Baricco autorottamato
OT - Baricco autorottamato [messaggio #133922] sab, 29 ottobre 2011 18:59 Messaggio successivo
Placebo987  è attualmente disconnesso Placebo987
Messaggi: 143
Registrato: novembre 2010
Senior Member
http://video.corriere.it/non-fate-nostri-errori-ecco-quali/7 5b8f572-021b-11e1-b822-152c7b3c1360

L'intervento di Baricco al convegno dei rottamatori.

Ci sono molti Amici del NG che non amano Baricco.

Io l'ho definito un grande saggista: per esserlo occorre
avere, tra l'altro, una notevole capacita' d'analisi e il
coraggio di mettersi continuamente in discussione.

A me sembra che tutto questo sia ben esemplificato
in questo intervento. Non occorre essere d'accordo
con tutto cio' che dice per riconoscerlo.

Ciao.
Placebo987
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133924 è una risposta a message #133922] sab, 29 ottobre 2011 20:14 Messaggio precedenteMessaggio successivo
L'Esattore  è attualmente disconnesso L'Esattore
Messaggi: 608
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Dopo dura riflessione, Placebo987 ha scritto :
> http://video.corriere.it/non-fate-nostri-errori-ecco-quali/7 5b8f572-021b-11e1-b822-152c7b3c1360
>
> L'intervento di Baricco al convegno dei rottamatori.
>
> Ci sono molti Amici del NG che non amano Baricco.
>
> Io l'ho definito un grande saggista: per esserlo occorre
> avere, tra l'altro, una notevole capacita' d'analisi e il
> coraggio di mettersi continuamente in discussione.
>
> A me sembra che tutto questo sia ben esemplificato
> in questo intervento. Non occorre essere d'accordo
> con tutto cio' che dice per riconoscerlo.

Ho letto 4 libri di Baricco:
Novecento, Oceano mare, Seta e un altro che adesso non mi viene in
mente.
Di questi l'unico che rieggerei è Novecento, che è un bel monologo, gli
altri non mi hanno lasciato molto: l'idea da cui partono spesso è
bella, ma Baricco finisce sempre per scivolare in uno stile troppo
troppo arzigogolato e, tendenzialmente, vuoto. Secondo me, ovvio.

La penso invece un po' diversamente su altre cose che ha fatto. Per
esempio mi piacevano molto, da bambino, le trasmissioni nelle quali
parlava di letteratura. Non so cosa ne penserei adesso, è passato del
tempo, ma ricordo che mi piacevano molto.

L'intervento di ieri poi mi è parso bello, e anche centrato, ma vorrei
capire dove è andata a finire la sinistra italiana se cose del genere
le deve dire uno scrittore e, soprattutto, mi imbarazza un po' pensare
che, per sua stessa ammissione, la sinistra di quelli che hanno fallito
facesse affidamento su gente come Baricco che, non voletemene,
dopotutto è solo uno scrittore.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133925 è una risposta a message #133924] sab, 29 ottobre 2011 20:28 Messaggio precedenteMessaggio successivo
luziferszorn  è attualmente disconnesso luziferszorn
Messaggi: 3830
Registrato: novembre 2010
Senior Member
On 29 Ott, 20:14, L'Esattore <vdeiul...@NOSPAMsupereva.it> wrote:
>
> Ho letto 4 libri di Baricco:
> Novecento, Oceano mare, Seta e un altro che adesso non mi viene in
> mente.


Le baldracche del Tennessee e l'anima di Elvis?

lz
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133926 è una risposta a message #133922] sab, 29 ottobre 2011 20:41 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Federico Gnech  è attualmente disconnesso Federico Gnech
Messaggi: 208
Registrato: maggio 2011
Senior Member
Il 29/10/2011 18:59, Placebo987 ha scritto:
> http://video.corriere.it/non-fate-nostri-errori-ecco-quali/7 5b8f572-021b-11e1-b822-152c7b3c1360
>

Certo che pure il concetto di 'capacità d'analisi' non è più quello de
'na vorta. Io qui ho ascoltato tante banalità, in parte condivisibili,
non fossero usate unicamente a scopo retorico.
Il mantra è quello solito: le clientele, i privilegi, i baby pensionati
e la spesa pubblica e i sindacati e il merito che non viene premiato,
etc. E mettiamoci pure i privilegi delle cooperative. Che altro? Ah sì,
i professori di liceo comunisti.

Difficile trattenere un sorriso sentendo parlare Baricco di merito.
Transeat, lasciamo perdere il (ROTFL) grande saggista e andiamo al sodo
delle questioni politiche. Il quadretto di storia dell'Italia
repubblicana che questi giovani "rottamatori" hanno adottato (senza
inventare nulla) si basa su due presupposti di una certa arditezza. In
primo luogo l'idea che tutto si consumi nell'autonomia del politico, che
la storia sociale ed economica siano il prodotto deterministico delle
decisioni dei partiti. Ora, non dico di usare un po' di dialettica (per
carità, è roba da comunisti), ma almeno un po' di economia politica,
visto che se non son tutti manager in erba sono almeno ragionieri. In
secondo luogo il mito che la sinistra sia l'unica responsabile di quel
corso, avendo governando il paese per mezzo secolo, come del resto dice
Silvio. Sia chiaro, per sinistra si intendono naturalmente ancora i
comunisti, mica il PSI del centrosinistra storico né tantomeno quello
del beatificando Bettino.

Che poi se tutta questa gente mettesse in pratica quel che dice
in questi suoi convegni si dovrebbe iscrivere al partito radicale e
farlo arrivare, chessò, al dieci per cento. E invece no, vogliono
prendersi le poltrone di papà.
Dice Baricco che Renzi e compari sarebbero "veloci". Eh no, sono invece
in grave ritardo. Fanno i neocon e i neoliberisti 'austriaci'
quando queste ideologie sono alla fine del loro ciclo fallimentare.
Ritardatari, anzi diciamo pure ritardati.
Auguri soprattutto ai fiorentini che questo bischero se lo sono scelto
come sindaco.

F.

--
http://flaneurotic.wordpress.com/
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133927 è una risposta a message #133924] sab, 29 ottobre 2011 20:49 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Federico Gnech  è attualmente disconnesso Federico Gnech
Messaggi: 208
Registrato: maggio 2011
Senior Member
Il 29/10/2011 20:14, L'Esattore ha scritto:

> L'intervento di ieri poi mi è parso bello, e anche centrato, ma vorrei
> capire dove è andata a finire la sinistra italiana se cose del genere le
> deve dire uno scrittore e, soprattutto, mi imbarazza un po' pensare che,
> per sua stessa ammissione, la sinistra di quelli che hanno fallito
> facesse affidamento su gente come Baricco che, non voletemene, dopotutto
> è solo uno scrittore.

La sinistra italiana non c'è più ma quando c'era di sicuro non ha mai
fatto alcun affidamento su Baricco, uno che le ha prese (non sempre
giustamente) dalla critica e da qualche anno, grazie ai libri venduti,
si può permettere di fare i pistolotti a questo e a quello.
Il posto che occupano Renzi e Baricco nel 'dibattito' è IL segno del
declino culturale e politico del paese, altro che rottamatori.

F.

--
http://flaneurotic.wordpress.com/
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133979 è una risposta a message #133927] sab, 29 ottobre 2011 22:03 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Federico Gnech" <federicognech@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:j8hhs8$d2p$1@dont-email.me...

> Il posto che occupano Renzi e

andiamoci pianino.
Su molte cose Renzi (che detesto) ha ragione da vendere, purtroppo
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133980 è una risposta a message #133926] sab, 29 ottobre 2011 22:06 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Federico Gnech" <federicognech@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:j8hhdn$abb$1@dont-email.me...

> Il mantra quello solito: le clientele, i privilegi, i baby pensionati e
> la spesa pubblica e i sindacati e il merito che non viene premiato, etc.

tutto perfettamente vero. Che lo dica un cretino non cambia nulla. Lezione
di logica numero uno.

E mettiamoci pure i privilegi delle cooperative. Che altro? Ah s,
> i professori di liceo comunisti.
>
> Difficile trattenere un sorriso sentendo parlare Baricco di merito.
> Transeat, lasciamo perdere il (ROTFL) grande saggista e andiamo al sodo
> delle questioni politiche. Il quadretto di storia dell'Italia repubblicana
> che questi giovani "rottamatori" hanno adottato (senza inventare nulla) si
> basa su due presupposti di una certa arditezza. In primo luogo l'idea che
> tutto si consumi nell'autonomia del politico, che la storia sociale ed
> economica siano il prodotto deterministico delle decisioni dei partiti.
> Ora, non dico di usare un po' di dialettica (per carit, roba da
> comunisti), ma almeno un po' di economia politica, visto che se non son
> tutti manager in erba sono almeno ragionieri. In secondo luogo il mito che
> la sinistra sia l'unica responsabile di quel corso, avendo governando il
> paese per mezzo secolo, come del resto dice Silvio. Sia chiaro, per
> sinistra si intendono naturalmente ancora i comunisti, mica il PSI del
> centrosinistra storico n tantomeno quello del beatificando Bettino.

questo invece falso, perch la destra fa schifo quanto la sinistra e
questo paese hanno contribuito a distruggerlo tutti.

>
> Che poi se tutta questa gente mettesse in pratica quel che dice
> in questi suoi convegni si dovrebbe iscrivere al partito radicale e farlo
> arrivare, chess, al dieci per cento. E invece no, vogliono prendersi le
> poltrone di pap.
> Dice Baricco che Renzi e compari sarebbero "veloci". Eh no, sono invece
> in grave ritardo. Fanno i neocon e i neoliberisti 'austriaci'
> quando queste ideologie sono alla fine del loro ciclo fallimentare.

ma per favore.
Perch non diciamo come funziona in Germania? Un welfare state che qui te lo
scordi. Con politiche di quelle che dice Renzi.
Lo sai che in Germania gli statali non hanno diritto di scioperare? E vorrei
pure vedere.
E in Germania fanno da decenni tutto quello che sta scritto nella letterina
"fascista" della BCE. Licenziano facilmente. E assumono facilmente. E i
disoccupati li finanziano con le tasse, sissiggnore, il 3% di tutte le tasse
di ogni ordine e grado va a chi non ha lavoro. Con quella politica che tu
definisci neoliberista, gente a spasso non ne hanno, ma guarda che
stranezza. Ma che strano davvero, un paese fascista dove l'Universit costa
100 euro l'anno (tutto incluso) e ha pure l'asilo interno gratis per
studentesse madri, dove ti pagano il taxi per andare a fare la TAC
all'ospedale se dista pi di un kilometro, dove spendono per ricerca e
cultura circa trenta volte l'Italia...
Mica roba normale da fichi di sinistra come noantri, roba da nazischwein
questa qui, davvero!
E vogliono pure obbligarci a fare come loro, noi che stiamo cos bene cos
come stiamo. Dei veri stronzi, non ho parole.

> Ritardatari, anzi diciamo pure ritardati.
> Auguri soprattutto ai fiorentini che questo bischero se lo sono scelto
> come sindaco.

invece voi vi eravate scelti Cacciari. Ciusca, gente, voi s che siete
fichi.
Che meraviglia, quelli che difendono i diritti acquisiti di quelli che li
hanno fregati e continueranno a fregarli...
Chiss cos'avrebbe da dire Freud, su questo. Masocomesichiamava?
E che la gente lo scordi il posto da statale, che a forza di lottare perch
lo
mantengano miliardi di altri pi privilegiati, non lo avranno mai.
Una tenerezza vedere tutti questi giovani in piazza che protestano perch i
pi vecchi che gli han rubato il posto possano continuare a godersi i loro
privilegi cos duramente acquisiti a spese delle generazioni successive.
Una potenza, l'ideologia. Fa miracoli. Quasi come il fanatismo religioso.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133981 è una risposta a message #133980] sab, 29 ottobre 2011 22:46 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Federico Gnech  è attualmente disconnesso Federico Gnech
Messaggi: 208
Registrato: maggio 2011
Senior Member
Il 29/10/2011 22:06, Herr von Faninal ha scritto:

>> Il mantra è quello solito: le clientele, i privilegi, i baby pensionati e
>> la spesa pubblica e i sindacati e il merito che non viene premiato, etc.
>
> tutto perfettamente vero. Che lo dica un cretino non cambia nulla.

Certo. Ma vera, o meglio veritiera, sarebbe un'analisi che trattasse di
tutto questo, sì, assieme a tutti gli 'altri' privilegi, come quelli
dell'industria privata foraggiata dallo Stato, o del fatto che il
sistema delle clientele non aveva nulla delle temute "democrazie
popolari", come dicono tanti, essendo anzi il sistema migliore per
tenere i comunisti lontani da palazzo Chigi.

>> Dice Baricco che Renzi e compari sarebbero "veloci". Eh no, sono invece
>> in grave ritardo. Fanno i neocon e i neoliberisti 'austriaci'
>> quando queste ideologie sono alla fine del loro ciclo fallimentare.
>
> ma per favore.
> Perché non diciamo come funziona in Germania? Un welfare state che qui te lo
> scordi. Con politiche di quelle che dice Renzi.

Mi sa che non ci siamo capiti, ed è strano perché io e te abbiamo
discusso dell'argomento svariate volte. Tu parli della socialdemocrazia
tedesca, che a me piace - per quanto sia a sua volta un po' da rivedere
- ed è naturalmente antitetica al neoliberismo che ho definito
"austriaco" nel senso della scuola di Vienna (non Schoenberg e Webern ma
Von Hayek e Von Mises).
Renzi non parla di socialdemocrazia, dice un sacco di cose con
l'obiettivo di farsi la propria resistibile ascesa alla segreteria del
PD, tutto qui.

>> Ritardatari, anzi diciamo pure ritardati.
>> Auguri soprattutto ai fiorentini che questo bischero se lo sono scelto
>> come sindaco.
>
> invece voi vi eravate scelti Cacciari. Ciusca, gente, voi sì che siete
> fichi.

Voi chi? Lo sai come la penso su Cacciari, allora non votavo a Venezia,
e se lo avessi fatto avrei votato Felice Casson.

> Una tenerezza vedere tutti questi giovani in piazza che protestano perché i
> più vecchi che gli han rubato il posto possano continuare a godersi i loro
> privilegi così duramente acquisiti a spese delle generazioni successive.

Ah beh anche sugli indignati credo siamo d'accordo, anche se le loro
istanze, piuttosto confuse, vanno un po' al di là di questo.
In tutto questo, se ti può tranquillizzare, constato ancora una volta la
mia incapacità (ereditaria?) a diventare un "vero liberale". Pazienza!

F.


--
http://flaneurotic.wordpress.com/
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #133982 è una risposta a message #133926] sab, 29 ottobre 2011 23:33 Messaggio precedenteMessaggio successivo
llogi  è attualmente disconnesso llogi
Messaggi: 197
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Federico Gnech <federicognech@gmail.com> wrote:

> Il mantra è quello solito: le clientele, i privilegi, i baby pensionati
> e la spesa pubblica e i sindacati e il merito che non viene premiato,
> etc. E mettiamoci pure i privilegi delle cooperative. Che altro? Ah sì,
> i professori di liceo comunisti.

A me vedere un uomo politico che dà di "privilegiati" ai tramvieri fa
venire da ridere. Se non ci fosse da piangere.

> Auguri soprattutto ai fiorentini che questo bischero se lo sono scelto
> come sindaco.

E' stato un errore storico. Peraltro i maligni mormorano che quando il
PD ha fatto le primarie, il buon Verdini (boss locale del PDL) abbia
mandato un po' dei suoi a votare Renzi, in maniera da distruggere il
partito avversario.

E qui mi fermo, che già sono stato minacciato di querela...

--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: llogi@dada.it
Home page: http://www.angelfire.com/ar/archivarius
(musicologia pratica)
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134014 è una risposta a message #133925] dom, 30 ottobre 2011 01:30 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Shapiro used clothes  è attualmente disconnesso Shapiro used clothes
Messaggi: 2794
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"luziferszorn" <pan25712@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:aa2b4c0f-115c-45bf-ad32-470d3e2d781d@ek5g2000vbb.googlegroups.com...

> Le baldracche del Tennessee e l'anima di Elvis?

L'anima di Hegel e le mucche del Wisconsin? Libretto abbastanza
superficiale.
La cosa migliore che ha scritto, non dico illuminante ma interessante, è il
saggio su Rossini.
Almeno dimostra un buon numero di letture serie.
Poi come musicologo mi pare abbia perso interesse.
Sotto altri punti di vista mi sembra un commentatore di attualità, più che
altro.
In definitiva non si sa bene che mestiere faccia, un critico letterario non
è.
Anche nel video sento tante cose condivisibili soprattutto nella loro
genericità.
Le scelte difficili iniziano quando si passa dal generale al particolare,
appunto.

dR
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134061 è una risposta a message #133922] dom, 30 ottobre 2011 10:14 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Shapiro used clothes  è attualmente disconnesso Shapiro used clothes
Messaggi: 2794
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"Placebo987" <placebo987@hotmail.com> ha scritto nel messaggio
news:WhWqq.91353$GZ3.85446@tornado.fastwebnet.it...

> Io l'ho definito un grande saggista: per esserlo occorre
> avere, tra l'altro, una notevole capacita' d'analisi e il
> coraggio di mettersi continuamente in discussione.

Vero. E alcune altre cose, aggiungerei. Alla parola "saggista" non riesco a
collegare una classe di referenti esclusivamente politico, legato
all'attualità.

> A me sembra che tutto questo sia ben esemplificato
> in questo intervento. Non occorre essere d'accordo
> con tutto cio' che dice per riconoscerlo.

Certo che no.
Purtroppo l'intervento a me pare generico e anche un po' paternalistico, ma
sarò io che non funziono. :-)

dR
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134062 è una risposta a message #133981] dom, 30 ottobre 2011 10:35 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Shapiro used clothes  è attualmente disconnesso Shapiro used clothes
Messaggi: 2794
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"Federico Gnech" <federicognech@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:j8honu$p8i$1@dont-email.me...

> Certo. Ma vera, o meglio veritiera, sarebbe un'analisi che trattasse di
> tutto questo, sì, assieme a tutti gli 'altri' privilegi, come quelli
> dell'industria privata foraggiata dallo Stato, o del fatto che il sistema
> delle clientele non aveva nulla delle temute "democrazie popolari", come
> dicono tanti, essendo anzi il sistema migliore per tenere i comunisti
> lontani da palazzo Chigi.

Questo è sicuro.
Diciamo che gli argomenti dei rottamatori non sono una loro esclusiva, anzi
loro ne forniscono una versione riduttiva, decisamente riduttiva.
Probabilmente anche strumentale, per non dire interessata; alla fine è la
struttura drammatica più antica del mondo, di "divorare il padre" si tratta.
Di certo il liberalismo non l'ha inventato Renzi, che mi risulta di
formazione cattolica, e tanto meno Baricco.
Sono d'accordo con te quando dici, nell'altro post (mi attacco a questo per
praticità) che la Storia del nostro paese non è certo il prodotto
deterministico di decisioni prese dalle segreterie di partito, e che forse
sarebbe il caso di recuperare un minimo di dialettica nel considerare la
Realtà (a proposito, la dialettica non è necessariamente "cosa da
comunisti"). Un po' meno per quello che sembri suggerire: i Comunisti (e
scriviamolo con la maiuscola) saranno anche stati lontani da Palazzo Chigi,
ma sono stati ben presenti in tanti altri posti. Un'influenza nel sindacato
(che io non rottamerei; o perlomeno rottamerei prima Confindustria, guarda
un po'), nella cultura, nella società, nella gestione del potere locale o di
quello burocratico-amministrativo l'hanno pure avuta. Da alcuni decenni
anche nella giustizia, aggiungerei, senza con questo giustificare il
Cavaliere: voglio solo dire che quando leggo certi (vecchi) proclami di
esponenti di Magistratura Democratica non dico che mi venga l'orticaria, ma
un lieve fastidio lo avverto. Come quando sento i lamenti della Marcegaglia,
pare la passiva aggressiva interpretata da Mia Farrow in un vecchio film di
Woody Allen.
Come si ripete ormai ovunque il nostro è un sistema (di governo)
parlamentare, al centro di tutto dovrebbe esserci il Parlamento. E questo
forse è uno dei nodi da affrontare. Non ho nulla in contrario, sul piano
teorico. Anzi. Solo mi pare che il parlamentarismo all'italiana, in questi
decenni, non abbia funzionato sempre a dovere, sul piano pratico;
riflessione, aggiungo, che non mi pare necessariamente una bestemmia o
un'apertura di credito al presidenzialismo, al cesarismo e via elencando.
Proprio prendendo in considerazione la nostra Storia senza pretese di
autonomia o carattere infrastrutturale del politico si può notare come un
po' tutte le forze politiche tradizionali siano implicate in una certa
gestione dei poteri, diciamo spesso dannosa per gli interessi dei semplici
cittadini; diciamo quel fattore che semplificando chiamiamo consociativismo.
Il Pci non era un partitino, un'armata brancaleone di casinisti; non era
certo il Partito Radicale per il quale ho spesso provato simpatia, notando
quasi sempre l'odio vero e proprio che invece animava i miei amici
comunisti.

Detto questo, so di non avere la tua preparazione e non mi illudo di poter
reggere una discussione alla pari; tu mi sembri uno studioso preparato di
questa disciplina, io sono solo un osservatore, mi sono sempre occupato
d'altro. Avevo solo voglia di dire sommessamente la mia, tutto qui. :-)

> In tutto questo, se ti può tranquillizzare, constato ancora una volta la
> mia incapacità (ereditaria?) a diventare un "vero liberale". Pazienza!

Sai che noia, un mondo in cui la pensiamo tutti allo stesso modo. :-)
Fra l'altro, anche di liberalismo ce n'è più di uno.

dR
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134064 è una risposta a message #133926] dom, 30 ottobre 2011 11:27 Messaggio precedenteMessaggio successivo
ptram  è attualmente disconnesso ptram
Messaggi: 458
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Federico Gnech <federicognech@gmail.com> wrote:

> Difficile trattenere un sorriso sentendo parlare Baricco di merito.

A proposito di merito, Baricco sarebbe (anche) quel regista, prodotto
con denaro pubblico, lanciato in prima serata, che continua a ricevere
finanziamenti pubblici dopo questi brillanti risultati:

- Lezone 21 (con John Hurt!): costo 5 milioni di dollari, incasso
267.000 euro
- Seta (con Keira Knightley e la musica di Sakamoto!): costo 7 milioni
di euro, incasso 1.009.000 euro
- La leggenda del pianista... (soggettista e sceneggiatore): costo 35
milioni di euro, incassi circa 5 milioni di euro

Lo voglio ministro della cultura.

Ciao,
Paolo
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134065 è una risposta a message #134064] dom, 30 ottobre 2011 11:45 Messaggio precedenteMessaggio successivo
OttO  è attualmente disconnesso OttO
Messaggi: 42
Registrato: novembre 2010
Member
"Paolo Tramannoni" <ptram@despammed.com> ha scritto:

> Lo voglio ministro della cultura.

Accidenti a te...!
Non lanciare idee che possano essere cavalcate ;-)

OttO
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134066 è una risposta a message #133982] dom, 30 ottobre 2011 11:10 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Luca Logi" <llogi@dada.it> ha scritto nel messaggio
news:1k9xan1.1h2pb6u1ep22t4N%llogi@dada.it...
> A me vedere un uomo politico che d di "privilegiati" ai tramvieri fa
> venire da ridere. Se non ci fosse da piangere.

poveri tramvieri, non vedo cos'abbiano di privilegiato.
Tuttavia singolare che in un'intera citt le lamentele siano arrivate dal
Maggio Musicale e dai tramvieri. E gli altri? Non dirmi che il fascista
Renzi gli va bene!

>
>> Auguri soprattutto ai fiorentini che questo bischero se lo sono scelto
>> come sindaco.
>
> E' stato un errore storico.

ricordo che tu eri un suo fan, tanto per dire

> E qui mi fermo, che gi sono stato minacciato di querela...

anch'io da te, mi avevi detto che i sindacati mi sarebbero saltati alla
gola.
Son qui che aspetto ancora.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134067 è una risposta a message #133981] dom, 30 ottobre 2011 11:54 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Federico Gnech" <federicognech@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:j8honu$p8i$1@dont-email.me...
> Il 29/10/2011 22:06, Herr von Faninal ha scritto:
>
>>> Il mantra quello solito: le clientele, i privilegi, i baby pensionati
>>> e
>>> la spesa pubblica e i sindacati e il merito che non viene premiato, etc.
>>
>> tutto perfettamente vero. Che lo dica un cretino non cambia nulla.
>
> Certo. Ma vera, o meglio veritiera, sarebbe un'analisi che trattasse di
> tutto questo, s, assieme a tutti gli 'altri' privilegi, come quelli
> dell'industria privata foraggiata dallo Stato,

giustissimo

>> ma per favore.
>> Perch non diciamo come funziona in Germania? Un welfare state che qui te
>> lo
>> scordi. Con politiche di quelle che dice Renzi.
>
> Mi sa che non ci siamo capiti, ed strano perch io e te abbiamo discusso
> dell'argomento svariate volte. Tu parli della socialdemocrazia tedesca,
> che a me piace - per quanto sia a sua volta un po' da rivedere - ed
> naturalmente antitetica al neoliberismo che ho definito "austriaco" nel
> senso della scuola di Vienna (non Schoenberg e Webern ma Von Hayek e Von
> Mises).

LOL
ma a questo che si ispirano i Renzi e i Baricco? Non credo.
Uno che odiato dalla sinistra Boeri (Tito, non Stefano) perch dice
solo e soltanto quello che stato applicato in Germania.
Infatti ormai a telekabul non viene pi invitato, persino Lerner lo
considera un fascista.
Io mi sono sinceramente un po' rotta i maroni di sentir bollare come
fascisti persone che hanno il solo torto di esporre situazioni moderne di
paesi civili.

> Renzi non parla di socialdemocrazia, dice un sacco di cose con l'obiettivo
> di farsi la propria resistibile ascesa alla segreteria del PD, tutto qui.

mah. Mi sembra assai ingeneroso verso Renzi, tutto questo.
Ad ogni buon conto, non stimo cos tanto Renzi, come dicevo, ma certo
tenersi uno come Bersani significa solo desiderare di morire. Punto.

>
>>> Ritardatari, anzi diciamo pure ritardati.
>>> Auguri soprattutto ai fiorentini che questo bischero se lo sono scelto
>>> come sindaco.
>>
>> invece voi vi eravate scelti Cacciari. Ciusca, gente, voi s che siete
>> fichi.
>
> Voi chi?

i veneziani!

> Lo sai come la penso su Cacciari, allora non votavo a Venezia, e se lo
> avessi fatto avrei votato Felice Casson.

beh, vorrei pure vedere :-)))

>
>> Una tenerezza vedere tutti questi giovani in piazza che protestano perch
>> i
>> pi vecchi che gli han rubato il posto possano continuare a godersi i
>> loro
>> privilegi cos duramente acquisiti a spese delle generazioni successive.
>
> Ah beh anche sugli indignati credo siamo d'accordo, anche se le loro
> istanze, piuttosto confuse, vanno un po' al di l di questo.

certo che vanno al di l, e manco parlavo di tutti gli indignati in genere e
in toto.

> In tutto questo, se ti pu tranquillizzare, constato ancora una volta la
> mia incapacit (ereditaria?) a diventare un "vero liberale". Pazienza!

non so cosa sia un vero liberale.
Io sono liberal socialist come dicono nei paesi anglosassoni.
Una roba che la sinistra italiana considera poco sotto al fascismo.
Per questo mi viene da ridere.
Attendo con fiducia il piano quinquennale di Bersani e Vendola.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134132 è una risposta a message #134062] dom, 30 ottobre 2011 12:06 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Federico Gnech  è attualmente disconnesso Federico Gnech
Messaggi: 208
Registrato: maggio 2011
Senior Member
Il 30/10/2011 10:35, Shapiro used clothes ha scritto:

> Sono d'accordo con te quando dici, nell'altro post (mi attacco a questo
> per praticità) che la Storia del nostro paese non è certo il prodotto
> deterministico di decisioni prese dalle segreterie di partito, e che
> forse sarebbe il caso di recuperare un minimo di dialettica nel
> considerare la Realtà (a proposito, la dialettica non è necessariamente
> "cosa da comunisti"). Un po' meno per quello che sembri suggerire: i
> Comunisti (e scriviamolo con la maiuscola) saranno anche stati lontani
> da Palazzo Chigi, ma sono stati ben presenti in tanti altri posti.

E non poteva essere che così, con un partito che rappresentava un terzo
degli elettori. Ma sia chiaro, non vorrei passare per una sorta di
custode della memoria del piccì, partito che peraltro, per motivi
anagrafici, non ho mai votato (e chissà poi se l'avrei votato...).
Sono incazzato con la Sinistra (veteromarxista o tecnocratica che sia)
più di quanto lo possano essere Renzi e Baricco, te l'assicuro.
Ma raccontare la Storia a colpi di slogan no, questo lo trovo irritante
e disonesto, oltre che foriero di nuovi abbagli: a Renzi di riformare
politica e istituzioni gl'importa sega. Il signorino gonfia
le piume per farsi notare, sapendo che nell'era dei personalismi questo
è un buon modo per entrare nelle segreterie dei partiti. Difficile
accorgersene quando la confusione regna sovrana, tutti sono "liberali" e
tutte le vacche sono grigie (sulla "dialettica roba da comunisti"
ovviamente celiavo)

> Detto questo, so di non avere la tua preparazione

You're kidding..non sono uno studioso e dubito seriamente di avere una
preparazione superiore alla tua. Sono solo un lettore non pagato,
appassionato di storia (e di storia delle idee, soprattutto)

> Sai che noia, un mondo in cui la pensiamo tutti allo stesso modo. :-)
> Fra l'altro, anche di liberalismo ce n'è più di uno.

Eh. Diciamo che i liberali sine titulo abbondano e che in buona sostanza
siamo fermi a questa situazione:

"Nel momento in cui occorre la massima decisione e audacia, i
democratici si sentono smarriti, non avendo dietro di sé uno spontaneo
consenso popolare, ma solo un torbido tumultuare di passioni. Pensano
che loro dovere sia di formare quel consenso, e si presentano come
predicatori esortanti, laddove occorrono capi che guidino sapendo dove
arrivare. Perdono le occasioni favorevoli al consolidamento del nuovo
regime, cercando di far funzionare subito organi che presuppongono una
lunga preparazione, e sono adatti ai periodi di relativa tranquillità;
dànno ai loro avversari armi di cui quelli poi si valgono per
rovesciarli; rappresentano insomma, nelle loro mille tendenze, non già
la volontà di rinnovamento, ma le confuse velleità regnanti in tutte le
menti, che, paralizzandosi a vicenda, preparano il terreno propizio allo
sviluppo della reazione. La metodologia politica democratica sarà un
peso morto nella crisi rivoluzionaria."

(dal Manifesto di Ventotene)

F.

--
http://flaneurotic.wordpress.com/
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134133 è una risposta a message #134132] dom, 30 ottobre 2011 12:13 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Federico Gnech" <federicognech@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:j8jb3d$95l$1@dont-email.me...

> accorgersene quando la confusione regna sovrana, tutti sono "liberali"

veramente, scusa, io di liberali in giro proprio non ne vedo. Vorremmo mica
dire che questa destra liberale? ROTFL


> "Nel momento in cui occorre la massima decisione e audacia, i democratici
> si sentono smarriti, non avendo dietro di s uno spontaneo consenso
> popolare, ma solo un torbido tumultuare di passioni. Pensano che loro
> dovere sia di formare quel consenso, e si presentano come predicatori
> esortanti, laddove occorrono capi che guidino sapendo dove arrivare.
> Perdono le occasioni favorevoli al consolidamento del nuovo regime,
> cercando di far funzionare subito organi che presuppongono una lunga
> preparazione, e sono adatti ai periodi di relativa tranquillit; dnno ai
> loro avversari armi di cui quelli poi si valgono per rovesciarli;
> rappresentano insomma, nelle loro mille tendenze, non gi la volont di
> rinnovamento, ma le confuse velleit regnanti in tutte le menti, che,
> paralizzandosi a vicenda, preparano il terreno propizio allo sviluppo
> della reazione. La metodologia politica democratica sar un peso morto
> nella crisi rivoluzionaria."
>
> (dal Manifesto di Ventotene)

cusa l' 'sto delirio?
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134134 è una risposta a message #134064] dom, 30 ottobre 2011 12:36 Messaggio precedenteMessaggio successivo
L'Esattore  è attualmente disconnesso L'Esattore
Messaggi: 608
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Paolo Tramannoni ha detto questo domenica :
> A proposito di merito, Baricco sarebbe (anche) quel regista, prodotto
> con denaro pubblico, lanciato in prima serata, che continua a ricevere
> finanziamenti pubblici dopo questi brillanti risultati:
>
> - Lezone 21 (con John Hurt!): costo 5 milioni di dollari, incasso
> 267.000 euro
> - Seta (con Keira Knightley e la musica di Sakamoto!): costo 7 milioni
> di euro, incasso 1.009.000 euro
> - La leggenda del pianista... (soggettista e sceneggiatore): costo 35
> milioni di euro, incassi circa 5 milioni di euro
>
> Lo voglio ministro della cultura.

vabbé, ma informarsi prima non sarebbe male, eh, prima di sparare.
Lezione 21 è il suo unico film da regista. Tra il pessimo e il
mediocre.
Seta è tratto da un suo romanzo breve, ma di suo c'è solo il soggetto.
Film dimenticabile, ma non pessimo. 6.
Stessa cosa per La leggenda del pianista sull'oceano, che è tratto dal
suo monologo "Novecento", ma è di Tornatore ed è molto meglio dei
suddetti. Un gran bel film, tra i migliori di Tornatore. Che poi non
abbia avuto successo, è colpa dei beoti italiani che vanno a vedere
Vanzina.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134137 è una risposta a message #134014] dom, 30 ottobre 2011 13:00 Messaggio precedenteMessaggio successivo
luziferszorn  è attualmente disconnesso luziferszorn
Messaggi: 3830
Registrato: novembre 2010
Senior Member
On 30 Ott, 00:30, "Shapiro used clothes" <vittorio...@tin.it> wrote:
> "luziferszorn" <pan25...@gmail.com> ha scritto nel mess
>
> > Le baldracche del Tennessee e l'anima di Elvis?
>
> L'anima di Hegel e le mucche del Wisconsin? Libretto abbastanza
> superficiale.
> La cosa migliore che ha scritto, non dico illuminante ma interessante, il
> saggio su Rossini.
> Almeno dimostra un buon numero di letture serie.


Con Rossini era fresco di studi; poi come studioso/critico di musica
s'è irrimediabilmente guastato: già con "Hegel e le vacche", anzi
specialmente con, fino ad arrivare al citato Lezione21 e a quel paio
di articoli, dementi, assolutamente impubblicabili (solo Repubblica
poteva), sulla coda del successo italiota di quell'altro
supersopravvalutatissimo genio della critica musicale americana, tal
AlexRoss che ci tiene a far sapere che è gay (e a me che minchia me ne
frega?). Ricordo il malumore di chi, addetto alla musica d'oggi (non
faccio nomi perché non sta bene), era indignato per non dire incazzato
con l'articolerrimo del Baricco. Poi, tuttoduntratto, lo invitano alla
Biennale Musica2011. Quando incontro Francy ce lo chiedo, voglio
capire perché se uno spara cazzate poi lo ospitano ai piani alti.

lz
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134138 è una risposta a message #134134] dom, 30 ottobre 2011 13:04 Messaggio precedenteMessaggio successivo
luziferszorn  è attualmente disconnesso luziferszorn
Messaggi: 3830
Registrato: novembre 2010
Senior Member
On 30 Ott, 12:36, L'Esattore <vdeiul...@NOSPAMsupereva.it> wrote:
> Paolo Tramannoni ha detto questo domenica :

>
> > - Lezone 21 (con John Hurt!): costo 5 milioni di dollari, incasso
> > 267.000 euro

>
> vabbé, ma informarsi prima non sarebbe male, eh, prima di sparare.
> Lezione 21 è il suo unico film da regista. Tra il pessimo e il
> mediocre.

Eccribbio, non ti basta?

lz
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134139 è una risposta a message #134067] dom, 30 ottobre 2011 13:06 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Federico Gnech  è attualmente disconnesso Federico Gnech
Messaggi: 208
Registrato: maggio 2011
Senior Member
Il 30/10/2011 11:54, Herr von Faninal ha scritto:

>> Mi sa che non ci siamo capiti, ed è strano perché io e te abbiamo discusso
>> dell'argomento svariate volte. Tu parli della socialdemocrazia tedesca,
>> che a me piace - per quanto sia a sua volta un po' da rivedere - ed è
>> naturalmente antitetica al neoliberismo che ho definito "austriaco" nel
>> senso della scuola di Vienna (non Schoenberg e Webern ma Von Hayek e Von
>> Mises).
>
> LOL
> ma è a questo che si ispirano i Renzi e i Baricco? Non credo.

Ma a cosa vuoi che si ispiri Renzi...a stive giobse, si ispira

> Uno che è odiato dalla sinistra è Boeri (Tito, non Stefano) perché dice
> solo e soltanto quello che è stato applicato in Germania.
> Infatti ormai a telekabul non viene più invitato, persino Lerner lo
> considera un fascista.
> Io mi sono sinceramente un po' rotta i maroni di sentir bollare come
> fascisti persone che hanno il solo torto di esporre situazioni moderne di
> paesi civili.

Mai sentito che a Boeri sia stato dato del 'fascista'.
Io continuo però a trovare curioso - e parecchio 'ideologica' - il
malinteso concetto di flexicurity che avrebbero Boeri, Ichino ed altri:
trasformiamo i contratti a termine in contratti a tempo indeterminato -
dicendo di voler abbattere le differenze tra garantiti e non - e poi
rendiamo più facile licenziare tutti, ben sapendo di non avere risorse
per costruire gli ammortizzatori sociali (il Capitale non si tocca,
GUAI!). C'è qualcosa che mi sfugge?

> mah. Mi sembra assai ingeneroso verso Renzi, tutto questo.
> Ad ogni buon conto, non stimo così tanto Renzi, come dicevo, ma certo
> tenersi uno come Bersani significa solo desiderare di morire. Punto.

Bersani=D'Alema, e ho detto tutto. Secondo te non ci sono mille (mille
no: diciamo cinquanta?) alternative tra Renzi e D'Alema?

> Io sono liberal socialist come dicono nei paesi anglosassoni.

L'ultimo partito che ho votato con una certa convinzione (e non per mera
opportunità tattica) è stata la Rosa Nel Pugno: era l'idea di PD
che avevo io, nelle favole.
Certo che se ci rifletti la storia politica d'Italia è fatta di tante
occasioni perse. Adesso pare che occorra guardare allo Euston Manifesto
per avere qualcosa di nuovo, mentre qui, ricordiamocelo, settant'anni fa
pensavano ed agivano persone come Nello e Carlo Rosselli, Gobetti,
Spinelli...

> Una roba che la sinistra italiana considera poco sotto al fascismo.
> Per questo mi viene da ridere.
> Attendo con fiducia il piano quinquennale di Bersani e Vendola.

Ma guarda che quello che a te sembra uno scontro sulle idee è unicamente
uno scontro per l'egemonia politica. Il pensiero sottostante è lo stesso.
Nessun piano quinquennale: tra sei anni, dopo una parentesi tecnica, PD
e SeL andranno al governo assieme, faranno le riforme che ti aspetti, si
compreranno finalmente la tanto desiata banca e la Coop diventera come
Peck (poco ci manca). Allora potremo dire di avere finalmente una
'sinistra moderna'.

F.


--
http://flaneurotic.wordpress.com/
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134265 è una risposta a message #134134] dom, 30 ottobre 2011 16:44 Messaggio precedenteMessaggio successivo
ptram  è attualmente disconnesso ptram
Messaggi: 458
Registrato: novembre 2010
Senior Member
L'Esattore <vdeiuliis@NOSPAMsupereva.it> wrote:

> vabbé, ma informarsi prima non sarebbe male, eh, prima di sparare.

Per Seta ti concedo di fare il precisino, visto che ho dimenticato di
specificarne il ruolo. Per il filmaccio di Tornatore mi sembra di essere
stato abbastanza precisino nel dichiararne i ruoli. La prossima volta
leggi meglio.

Sono tutti e tre film in cui il ruolo di Baricco è centrale. Sono film
suoi, a cui ha lavorato direttamente e per cui ha ottenuto fondi
pubblici.

> Che poi non
> abbia avuto successo, è colpa dei beoti italiani che vanno a vedere
> Vanzina.

Chi vadano a vedere gli italiani sono fatti loro. Ma siccome il cinema è
costosissima industria, sarebbe meglio che i loro soldi non venissero
ripetutamente spesi in iniziative fallimentari.

Paolo
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134266 è una risposta a message #134265] dom, 30 ottobre 2011 17:08 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Federico Gnech  è attualmente disconnesso Federico Gnech
Messaggi: 208
Registrato: maggio 2011
Senior Member
Il 30/10/2011 16:44, Paolo Tramannoni ha scritto:

> Chi vadano a vedere gli italiani sono fatti loro. Ma siccome il cinema è
> costosissima industria, sarebbe meglio che i loro soldi non venissero
> ripetutamente spesi in iniziative fallimentari.

Era a questo che mi riferivo, ridacchiando del Baricco che parla di
'merito'. E' lo stesso personaggio che un due-tre anni fa si scagliava
contro i finanziamenti pubblici alla Cultura.

F.


--
http://flaneurotic.wordpress.com/
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134411 è una risposta a message #133924] dom, 30 ottobre 2011 18:04 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Placebo987  è attualmente disconnesso Placebo987
Messaggi: 143
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"L'Esattore" <vdeiuliis@NOSPAMsupereva.it> ha scritto nel messaggio
news:4eac4286$0$1378$4fafbaef@reader2.news.tin.it...
> Ho letto 4 libri di Baricco:
> Novecento, Oceano mare, Seta e un altro che adesso non mi viene in mente.
> Di questi l'unico che rieggerei Novecento, che un bel monologo, gli
> altri non mi hanno lasciato molto: l'idea da cui partono spesso bella,
> ma Baricco finisce sempre per scivolare in uno stile troppo troppo
> arzigogolato e, tendenzialmente, vuoto. Secondo me, ovvio.


Baricco narratore ha scritto un solo bel libro, il primo, Castelli Di
Rabbia. Gia' alla seconda prova, Oceano Mare, schricchiolava.
Poi man mano e' andato sfaldandosi, e continua a sfaldarsi per
ogni romanzo che pubblica.

Come saggista invece a me continua a piacere.

Ciao.
Placebo987
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134413 è una risposta a message #134139] dom, 30 ottobre 2011 17:58 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Federico Gnech" <federicognech@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:j8jekr$rad$1@dont-email.me...
> Il 30/10/2011 11:54, Herr von Faninal ha scritto:
>
>>> Mi sa che non ci siamo capiti, ed strano perch io e te abbiamo
>>> discusso
>>> dell'argomento svariate volte. Tu parli della socialdemocrazia tedesca,
>>> che a me piace - per quanto sia a sua volta un po' da rivedere - ed
>>> naturalmente antitetica al neoliberismo che ho definito "austriaco" nel
>>> senso della scuola di Vienna (non Schoenberg e Webern ma Von Hayek e Von
>>> Mises).
>>
>> LOL
>> ma a questo che si ispirano i Renzi e i Baricco? Non credo.
>
> Ma a cosa vuoi che si ispiri Renzi...a stive giobse, si ispira

quello fa parte del one man show.
Di puttanate colossali ne dicono tutti, Bersani e Vendola compresi eh.

>
>> Uno che odiato dalla sinistra Boeri (Tito, non Stefano) perch dice
>> solo e soltanto quello che stato applicato in Germania.
>> Infatti ormai a telekabul non viene pi invitato, persino Lerner lo
>> considera un fascista.
>> Io mi sono sinceramente un po' rotta i maroni di sentir bollare come
>> fascisti persone che hanno il solo torto di esporre situazioni moderne di
>> paesi civili.
>
> Mai sentito che a Boeri sia stato dato del 'fascista'.

ehhhh, altro che
neoliberista una delle cose pi carine che gli abbiano detto

> Io continuo per a trovare curioso - e parecchio 'ideologica' - il
> malinteso concetto di flexicurity che avrebbero Boeri, Ichino ed altri:
> trasformiamo i contratti a termine in contratti a tempo indeterminato -
> dicendo di voler abbattere le differenze tra garantiti e non - e poi
> rendiamo pi facile licenziare tutti, ben sapendo di non avere risorse per
> costruire gli ammortizzatori sociali (il Capitale non si tocca, GUAI!).
> C' qualcosa che mi sfugge?

ah s, questo sarebbe il pensiero di Boeri?
Ho dubbi che tu abbia letto male.
Riguardo alla questione licenziamenti, poi, non voglio entrare in un
dibattito dal quale non si uscir mai, ma io mi dico: che vantaggio c' a
obbligare un'azienda fallimentare a tenere la gente? Se fallisce, cosa
diavolo pu offrire ai dipendenti? Un economista tedesco che ho sentito
qualche giorno fa spiegava come han fatto i Germania. Hanno fatto licenziare
tutti quelli che stavano in aziende considerate fallimentari e a bassa
tecnologia. Li hanno avviati alla riassunzione in aziende pi grosse e
competitive. In vent'anni han dato lavoro a tutti e non hanno pi aziende
fallimentari. Ovviamente questo frutto di una cosa che si chiama politica
industriale, che qui non si sa dove stia di casa.
Per non voglio omettere di ricordare che in Germania han fatto tutto questo
coi sindacati tedeschi.
Me la vedo la Camusso, ROTFL.


>
>> mah. Mi sembra assai ingeneroso verso Renzi, tutto questo.
>> Ad ogni buon conto, non stimo cos tanto Renzi, come dicevo, ma certo
>> tenersi uno come Bersani significa solo desiderare di morire. Punto.
>
> Bersani=D'Alema, e ho detto tutto. Secondo te non ci sono mille (mille no:
> diciamo cinquanta?) alternative tra Renzi e D'Alema?

no. Non ne vedo mezza, per dirla tutta.

>
>> Io sono liberal socialist come dicono nei paesi anglosassoni.
>
> L'ultimo partito che ho votato con una certa convinzione (e non per mera
> opportunit tattica) stata la Rosa Nel Pugno: era l'idea di PD
> che avevo io, nelle favole.

toh, l'ho votato pure io. Complimenti, siamo del tipo che votiamo i partiti
da quattro zeri virgola :-))))

> Certo che se ci rifletti la storia politica d'Italia fatta di tante
> occasioni perse. Adesso pare che occorra guardare allo Euston Manifesto
> per avere qualcosa di nuovo, mentre qui, ricordiamocelo, settant'anni fa
> pensavano ed agivano persone come Nello e Carlo Rosselli, Gobetti,
> Spinelli...

ehhhhhhh, davvero


>
>> Una roba che la sinistra italiana considera poco sotto al fascismo.
>> Per questo mi viene da ridere.
>> Attendo con fiducia il piano quinquennale di Bersani e Vendola.
>
> Ma guarda che quello che a te sembra uno scontro sulle idee unicamente
> uno scontro per l'egemonia politica. Il pensiero sottostante lo stesso.
> Nessun piano quinquennale: tra sei anni, dopo una parentesi tecnica, PD e
> SeL andranno al governo assieme, faranno le riforme che ti aspetti, si
> compreranno finalmente la tanto desiata banca e la Coop diventera come
> Peck (poco ci manca). Allora potremo dire di avere finalmente una
> 'sinistra moderna'.

ma nemmeno per sogno. Questo lo pensi tu, ma non credo si avvicini nemmeno
da lontano alla realt, guarda.
E poi l'aggettivo "moderno" in Italia non si declina con *nessun* partito
politico, ma nemmeno con nessun elettore.
L'Italia da sempre un paese che odia il cambiamento e la modernit.
Faccio un esempio. Contrari ad abolire le pensioni di anzianit (roba che
esiste solo e unicamente in Italia, in nessun altro paese), contrari al
licenziameno con sussidio. Bene, qualche proposta alternativa?
Sentiamo. No, perch io sento solo "no" e basta. Cio, immagino,
l'immobilit.
Ah no, dimenticavo la panacea di tutti i mali. La patrimoniale. Con la
patrimoniale si risolve tutto ma tutto ma tutto. Scuola, sanit, pensioni,
pubblico impiego.
Senza fare nient'altro. Basta mettere la patrimoniale (che c' gi
dappertutto e dunque cosa normalissima, ma non ha mai risolto i problemi
strutturali di nessun paese, dalla Germania alla Svezia alla Svizzera alla
Francia).
Hai voglia, per forza che poi un Renzi giganteggia. Come diceva quello, che
fra i ciechi l'orbo impera o simile no?
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134414 è una risposta a message #134064] dom, 30 ottobre 2011 17:59 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Paolo Tramannoni" <ptram@despammed.com> ha scritto nel messaggio
news:1k9y6t6.ip8g0g1fei8v8N%ptram@despammed.com...

> - Lezone 21 (con John Hurt!): costo 5 milioni di dollari, incasso
> 267.000 euro
> - Seta (con Keira Knightley e la musica di Sakamoto!): costo 7 milioni
> di euro, incasso 1.009.000 euro
> - La leggenda del pianista... (soggettista e sceneggiatore): costo 35
> milioni di euro, incassi circa 5 milioni di euro

aiuto che disastro
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134415 è una risposta a message #134266] dom, 30 ottobre 2011 18:02 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Federico Gnech" <federicognech@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:j8jsov$h22$1@dont-email.me...
> Il 30/10/2011 16:44, Paolo Tramannoni ha scritto:
>
>> Chi vadano a vedere gli italiani sono fatti loro. Ma siccome il cinema
>> costosissima industria, sarebbe meglio che i loro soldi non venissero
>> ripetutamente spesi in iniziative fallimentari.
>
> Era a questo che mi riferivo, ridacchiando del Baricco che parla di
> 'merito'. E' lo stesso personaggio che un due-tre anni fa si scagliava
> contro i finanziamenti pubblici alla Cultura.

vabb, ragazzi, ma Baricco sempre stato un cretino. Non spariamo sulla
croce rossa...
A proposito, da quando c' la crisi la Germania e la Francia hanno
*aumentato* i finanziamenti alla cultura (Francia: 2,5 % del PIL. Avete
letto bene. In Italia siamo sullo zero virgola 2).
Scusate, mi scappa sempre di citare questi due orrendi paesi "neoliberisti"
governati dalla mostruosa destra, quelli che ci vogliono commissariare per
farci diventare fascisti...
(faccine ma non troppo)
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134419 è una risposta a message #134061] dom, 30 ottobre 2011 18:18 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Placebo987  è attualmente disconnesso Placebo987
Messaggi: 143
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"Shapiro used clothes" <vittoriocol@tin.it> ha scritto nel messaggio
news:j8j4hi$voa$1@speranza.aioe.org...
>
> "Placebo987" <placebo987@hotmail.com> ha scritto nel messaggio
>> Io l'ho definito un grande saggista: per esserlo occorre
>> avere, tra l'altro, una notevole capacita' d'analisi e il
>> coraggio di mettersi continuamente in discussione.
>
> Vero. E alcune altre cose, aggiungerei. Alla parola "saggista" non riesco
> a collegare una classe di referenti esclusivamente politico, legato
> all'attualit.

Non mi e' chiaro cosa intendi. Con Next ha previsto i disastri della
cosiddetta globalizzazione, nei due Barnum e nei Barbari c'e' tanta
bella roba di ogni tipo e a me Wisconsin/Hegel piace moltissimo.
Piu' vario di cosi'.

> Purtroppo l'intervento a me pare generico e anche un po' paternalistico,
> ma sar io che non funziono. :-)

Ti devo dare ragione sul paternalismo. Funzioni, funzioni. Quasi sempre. :-)

Ciao.
Placebo987
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134421 è una risposta a message #134415] dom, 30 ottobre 2011 18:34 Messaggio precedenteMessaggio successivo
cap  è attualmente disconnesso cap
Messaggi: 659
Registrato: novembre 2010
Senior Member
On 30 Ott, 18:02, "Herr von Faninal" <wa...@mail.nz> wrote:

> Baricco è sempre stato un cretino.

A inizio carriera scriveva recensioni di concerti (torinesi). Ogni
volta che gliene pubblicavano una, la bacheca all'ingresso del
Conservatorio si riempiva di fogli A3 con simpatici commenti a
caratteri cubitali, tipo "BARICCO E' UNO..."
Litigai con lui già nell'84: avevo espresso qualche dubbio
sull'utilità delle sue recensioni, oltretutto infarcite di errori e
imprecisioni; rispose che non si doveva considerare tanto la
recensione in sé, quanto piuttosto la sua forma: nel senso che "a
volte, quello che si scrive è meno importante di *come* lo si scrive".
Già.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134422 è una risposta a message #134419] dom, 30 ottobre 2011 18:39 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Shapiro used clothes  è attualmente disconnesso Shapiro used clothes
Messaggi: 2794
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"Placebo987" <placebo987@hotmail.com> ha scritto nel messaggio
news:xGfrq.91659$GZ3.23052@tornado.fastwebnet.it...

> Non mi e' chiaro cosa intendi. Con Next ha previsto i disastri della
> cosiddetta globalizzazione, nei due Barnum e nei Barbari c'e' tanta
> bella roba di ogni tipo e a me Wisconsin/Hegel piace moltissimo.
> Piu' vario di cosi'.

Boh. Io ho la sensazione che sia un bravo divulgatore che sa trovare formule
verbali suggestive.
Wisconsin Hegel è un libro che mi fa cadere le braccia, senza offesa. Lì si
va oltre; solo formulazioni verbali. Il capitolo su Glenn Gould è persino
irritante.


dR
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134423 è una risposta a message #134421] dom, 30 ottobre 2011 18:44 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Shapiro used clothes  è attualmente disconnesso Shapiro used clothes
Messaggi: 2794
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"cap" <clamarcap@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:80bbb13f-adf4-4d86-a31a-fd52e4df1765@o19g2000vbk.googlegroups.com...

>recensione in sé, quanto piuttosto la sua forma: nel senso che "a
>volte, quello che si scrive è meno importante di *come* lo si scrive".

Mi sembra di averla già sentita. La recensione come forma d'arte.

Fa il paio con "non lo conosco e non mi piace".

dR :-)
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134424 è una risposta a message #134066] dom, 30 ottobre 2011 18:52 Messaggio precedenteMessaggio successivo
llogi  è attualmente disconnesso llogi
Messaggi: 197
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Herr von Faninal <wargh@mail.nz> wrote:

> poveri tramvieri, non vedo cos'abbiano di privilegiato.
> Tuttavia è singolare che in un'intera città le lamentele siano arrivate dal
> Maggio Musicale e dai tramvieri. E gli altri? Non dirmi che il fascista
> Renzi gli va bene!

Se guardi le immagini di ieri vedi che a contestare Renzi ci sono, per
dire, anche le associazioni degli handicappati con le rappresentanze in
carrozzella, perché quando il Renzi pedonalizza le varie aree se ne
frega altamente di lasciare gli accessi per gli handicappati.

Il Renzi, a parte le categorie citate, ha trovato la maniera di litigare
con:
- i frati di Santa Croce
- i custodi dei musei comunali
- gli impiegati comunali
- i commercianti ambulanti
- la federazione della stampa toscana

e francamente qualche categoria mi sfugge perchè ogni settimana litiga
con qualcuno di nuovo. In più aggiungiamo che con la famosa nevicata del
17 dicembre non è che abbia fatto un figurone con l'intera cittadinanza.
Da un punto di vista più serio (forse l'unica cosa seria che ha fatto la
sua giunta), ha smesso di pagare i contratti in derivati con le banche
straniere, e mi si dice che questo abbia influito sui recenti downgrade
dell'Italia da parte delle agenzie di rating.


>
> >
> >> Auguri soprattutto ai fiorentini che questo bischero se lo sono scelto
> >> come sindaco.
> >
> > E' stato un errore storico.
>
> ricordo che tu eri un suo fan, tanto per dire

E' stato un errore storico


>
> > E qui mi fermo, che già sono stato minacciato di querela...
>
> anch'io da te, mi avevi detto che i sindacati mi sarebbero saltati alla
> gola.
> Son qui che aspetto ancora.


Beh, potrei risponderti, ma non vorrei passare informazioni che per il
momento sono ancora riservate.


--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: llogi@dada.it
Home page: http://www.angelfire.com/ar/archivarius
(musicologia pratica)
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134426 è una risposta a message #134421] dom, 30 ottobre 2011 18:53 Messaggio precedenteMessaggio successivo
L'Esattore  è attualmente disconnesso L'Esattore
Messaggi: 608
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Scriveva cap domenica, 30/10/2011:

> Litigai con lui già nell'84: avevo espresso qualche dubbio
> sull'utilità delle sue recensioni, oltretutto infarcite di errori e
> imprecisioni; rispose che non si doveva considerare tanto la
> recensione in sé, quanto piuttosto la sua forma: nel senso che "a
> volte, quello che si scrive è meno importante di *come* lo si scrive".
> Già.

grandissimo: è stra-vero.
Conta molto di più saperne scrivere che saperne, oggi, per catturare il
pubblico. È il mio alibi principale, infatti. Il problema fondamentale
è che lui non ne sa scrivere.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134427 è una risposta a message #134422] dom, 30 ottobre 2011 18:53 Messaggio precedenteMessaggio successivo
cap  è attualmente disconnesso cap
Messaggi: 659
Registrato: novembre 2010
Senior Member
On 30 Ott, 18:39, "Shapiro used clothes" <vittorio...@tin.it> wrote:

> Wisconsin Hegel è un libro che mi fa cadere le braccia

Fra parentesi, quando annunciò che avrebbe abbandonato la critica
musicale militante Baricco spiegò di aver così deciso per un tot di
motivi, non ultimo lo shock che aveva subìto nell'apprendere che la
musica di Mozart è talora impiegata per incrementare la produzione di
latte nelle bovine.
Comunque sia, pare che nessuno l'abbia implorato di ritornare su
quella decisione ;)
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134428 è una risposta a message #134426] dom, 30 ottobre 2011 18:57 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Shapiro used clothes  è attualmente disconnesso Shapiro used clothes
Messaggi: 2794
Registrato: novembre 2010
Senior Member
"L'Esattore" <vdeiuliis@NOSPAMsupereva.it> ha scritto nel messaggio
news:4ead8f02$0$1388$4fafbaef@reader1.news.tin.it...

> è che lui non ne sa scrivere.

....ecco.

dR
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134432 è una risposta a message #134424] dom, 30 ottobre 2011 19:54 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Herr von Faninal  è attualmente disconnesso Herr von Faninal
Messaggi: 944
Registrato: luglio 2011
Senior Member
"Luca Logi" <llogi@dada.it> ha scritto nel messaggio
news:1k9yr7q.krfsw0ftp4asN%llogi@dada.it...

> Se guardi le immagini di ieri vedi che a contestare Renzi

Renzi, ricordo ha messo in pareggio tutte le societ partecipate dal Comune
che erano in perdita.
Vorrei, oltre a insuli di ogni genere e tipo, anche qualche numero. Tipo ci
che ho appena citato.


>ci sono, per
> dire, anche le associazioni degli handicappati con le rappresentanze in
> carrozzella, perch quando il Renzi pedonalizza le varie aree se ne
> frega altamente di lasciare gli accessi per gli handicappati.

perch prima invece c'erano interi viali per gli handicappati?

>
> Il Renzi, a parte le categorie citate, ha trovato la maniera di litigare
> con:
> - i frati di Santa Croce
> - i custodi dei musei comunali
> - gli impiegati comunali
> - i commercianti ambulanti
> - la federazione della stampa toscana
>
> e francamente qualche categoria mi sfugge perch ogni settimana litiga
> con qualcuno di nuovo.

beh, mi sembra mica poco arrogante, ergo che litighi con tutti non mi
stupisce

In pi aggiungiamo che con la famosa nevicata del
> 17 dicembre non che abbia fatto un figurone con l'intera cittadinanza.
> Da un punto di vista pi serio (forse l'unica cosa seria che ha fatto la
> sua giunta), ha smesso di pagare i contratti in derivati con le banche
> straniere, e mi si dice che questo abbia influito sui recenti downgrade
> dell'Italia da parte delle agenzie di rating.

ROTFL, magari responsabile dello spread col bund tedesco, pure?


>> ricordo che tu eri un suo fan, tanto per dire
>
> E' stato un errore storico


forse bisognerebbe cominciare a riflettere sui propri errori, ognuno di
noi...

> Beh, potrei risponderti, ma non vorrei passare informazioni che per il
> momento sono ancora riservate.

ah beh. Che terrore.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134555 è una risposta a message #134432] dom, 30 ottobre 2011 21:39 Messaggio precedenteMessaggio successivo
llogi  è attualmente disconnesso llogi
Messaggi: 197
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Herr von Faninal <wargh@mail.nz> wrote:

> Renzi, ricordo ha messo in pareggio tutte le società partecipate dal Comune
> che erano in perdita.
> Vorrei, oltre a insuli di ogni genere e tipo, anche qualche numero. Tipo ciò
> che ho appena citato.

E' molto interessante questa tua difesa del Renzi. Comunque, la lista
delle partecipate del comune di Firenze si trova a:
http://news.comune.fi.it/cgi-bin/misp/pubblico/societa.pl
Cliccando sulle singole società si trovano i dati essenziali di
azionariato e bilanci.

Nella maggior parte delle società indicate il comune ha una
partecipazione minima (tipo quella in Fidi Toscana) o comunque tale da
non esprimere la dirigenza della società (tipo la Silfi che al 70% è
privata). Fra le società partecipate dove il ruolo del comune è
predominante c'è Firenze Parcheggi, dove il Renzi ha installato il fido
Carrai che ha raddoppiato il deficit, o Ataf dove il deficit è stato
colmato, solo per un anno, con una operazione straordinaria (un
arbitrato con la provincia) tant'è vero che Renzi se ne vuole liberare
vendendola. S.A.S. è in attivo ma il suo pur modesto utile di esercizio
si è ridotto ad un sesto di quello che era prima dell'era Renzi. La
maggior parte di quelle in attivo tipo Casa Spa lo erano anche prima
dell'era Renzi. E allora dove sono questi risultati?

>
>
> >ci sono, per
> > dire, anche le associazioni degli handicappati con le rappresentanze in
> > carrozzella, perché quando il Renzi pedonalizza le varie aree se ne
> > frega altamente di lasciare gli accessi per gli handicappati.
>
> perché prima invece c'erano interi viali per gli handicappati?

Magari c'era la possibilità di arrivare in auto (con l'apposito
permesso) o in taxi sotto la destinazione. Adesso ci sono dei casi in
cui non è più possibile. Renzi magnifica la bellezza di camminare a
piedi, ma ci sono persone per le quali questo è un lusso impossibile.
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134556 è una risposta a message #134413] dom, 30 ottobre 2011 21:50 Messaggio precedenteMessaggio successivo
Federico Gnech  è attualmente disconnesso Federico Gnech
Messaggi: 208
Registrato: maggio 2011
Senior Member
Il 30/10/2011 17:58, Herr von Faninal ha scritto:

> Riguardo alla questione licenziamenti, poi, non voglio entrare in un
> dibattito dal quale non si uscirà mai, ma io mi dico: che vantaggio c'è a
> obbligare un'azienda fallimentare a tenere la gente? Se fallisce, cosa
> diavolo può offrire ai dipendenti? Un economista tedesco che ho sentito
> qualche giorno fa spiegava come han fatto i Germania. Hanno fatto licenziare
> tutti quelli che stavano in aziende considerate fallimentari e a bassa
> tecnologia. Li hanno avviati alla riassunzione in aziende più grosse e
> competitive. In vent'anni han dato lavoro a tutti e non hanno più aziende
> fallimentari. Ovviamente questo è frutto di una cosa che si chiama politica
> industriale, che qui non si sa dove stia di casa.

Ecco, è QUESTO il punto. L'hai detto, il problema è tutto qui. Riformare
il mercato del lavoro può essere una buona idea, ma se le riforme non si
accompagnano ad una politica industriale (e fiscale!)
adeguata, si producono disastri. Le patate in sé sono buone, ma le devi
anche sbucciare e cuocere, altrimenti fanno schifo!
Siamo tutti keynesiani, qui, da un ignorante come me ai premi nobel.
L'unico che rimane fuori è il povero Tito Boeri. Ma lasciamo perdere
Boeri (è il fratellino quello che mi sta veramente sui cosi). Il
problema è della classe politica, di tutta la Sinistra, la cui colpa non
è quella di frenare sulle riforme, la modernizzazione, etc. Il grave
errore sta nell'aver abbandonato qualunque prospettiva sociale e non
rappresentare i ceti più deboli o quelli in via di declassamento.
Io sono molto preoccupato, cara HVF, perché vedo un depauperamento
generale, vedo tanta gente a spasso senza rappresentanza, e sento
tante stronzate sui banchieri, il signoraggio, l'evergreen del complotto
giudeomassondemoplutopippoquiquoqua...

> Però non voglio omettere di ricordare che in Germania han fatto tutto questo
> coi sindacati tedeschi.
> Me la vedo la Camusso, ROTFL.

E allo stesso tempo prova a proporre la cogestione ad uno come Marchionne.

>> Bersani=D'Alema, e ho detto tutto. Secondo te non ci sono mille (mille no:
>> diciamo cinquanta?) alternative tra Renzi e D'Alema?
>
> no. Non ne vedo mezza, per dirla tutta.

Ma come, abbiamo uno che può piacere ad entrambi: Bassanini, che ha
fatto una delle pochissime riforme intelligenti degli ultimi vent'anni
ed è stato chiamato a lavorare per riformare lo stato francese assieme
ad Attali, scusa se è poco...e ho fatto un nome a caso, eh.
Certo, mi potresti dire che oggi occorre il personaggio, il pirla che sa
stare su un palco!

>> L'ultimo partito che ho votato con una certa convinzione (e non per mera
>> opportunità tattica) è stata la Rosa Nel Pugno: era l'idea di PD
>> che avevo io, nelle favole.
>
> toh, l'ho votato pure io. Complimenti, siamo del tipo che votiamo i partiti
> da quattro zeri virgola :-))))

Che peccato, veramente. Se una parte della sinistra ds, i vari residui
socialisti non craxiani, i radicali e qualche cane sciolto avesse tenuto
assieme il progetto...insomma magari non cambiava niente ma...

>> Ma guarda che quello che a te sembra uno scontro sulle idee è unicamente
>> uno scontro per l'egemonia politica. Il pensiero sottostante è lo stesso.
>> Nessun piano quinquennale: tra sei anni, dopo una parentesi tecnica, PD e
>> SeL andranno al governo assieme, faranno le riforme che ti aspetti, si
>> compreranno finalmente la tanto desiata banca e la Coop diventera come
>> Peck (poco ci manca). Allora potremo dire di avere finalmente una
>> 'sinistra moderna'.
>
> ma nemmeno per sogno. Questo lo pensi tu, ma non credo si avvicini nemmeno
> da lontano alla realtà, guarda.
> E poi l'aggettivo "moderno" in Italia non si declina con *nessun* partito
> politico, ma nemmeno con nessun elettore.

Ma non era abbastanza chiara l'ironia? Che la coop cominci a costare
come Peck non lo vedo come un progresso...ribadisco, il PD è in buona
sostanza un partito liberista (ma non liberale: paradosso italiano).
Niente a che vedere con il liberalsocialismo che tutti vagheggiamo.

> Hai voglia, per forza che poi un Renzi giganteggia. Come diceva quello, che
> fra i ciechi l'orbo impera o simile no?

Ah beh, certo.

F.


--
http://flaneurotic.wordpress.com/
Re: OT - Baricco autorottamato [messaggio #134559 è una risposta a message #134413] dom, 30 ottobre 2011 22:38 Messaggio precedenteMessaggio precedente
llogi  è attualmente disconnesso llogi
Messaggi: 197
Registrato: novembre 2010
Senior Member
Herr von Faninal <wargh@mail.nz> wrote:

> ma io mi dico: che vantaggio c'è a
> obbligare un'azienda fallimentare a tenere la gente? Se fallisce, cosa
> diavolo può offrire ai dipendenti?

Ricevo in serata una mail da un dirigente sindacale a livello regionale,
che sembra contenere la risposta:

"In questi tre anni di crisi economica, ma anche prima, ho dovuto fare
decine di accordi di Cassa Integrazione, Mobilità...La stragrande
maggioranza si sono, purtroppo, trasformati in licenziamenti. Sostenere
la necessità di poter fare licenziamenti per cause economiche è una
bugia colossale. Si può già fare ed è uno strumento utilizzabilissimo.
E' evidente che si punta ad altro."

--
Luca Logi - Firenze - Italy e-mail: llogi@dada.it
Home page: http://www.angelfire.com/ar/archivarius
(musicologia pratica)
Argomento precedente:OT-per shapiro
Argomento successivo:Vicini di casa
Vai al forum:
  


Ora corrente: dom mag 29 06:33:05 CEST 2022

Tempo totale richiesto per generare la pagina: 0.03615 secondi
.:: Contatti :: Home ::.

Powered by: FUDforum 3.0.2.
Copyright ©2001-2010 FUDforum Bulletin Board Software

Live Support